Carrello vuoto 0
Italiano (Italia)
  • Home

Le Cinque M di Segafredo

Orientarsi nel mondo della passione per l’espresso è facile seguendo la regola delle “Cinque M” Segafredo Zanetti. Ogni “M” è una tappa fondamentale del percorso per arrivare al top della tecnica e del piacere espresso.

La miscela

Alle origini della migliore qualità.

La miscela è alla base della qualità del caffè. Qualità che arriva all’eccellenza, partendo dalla selezione della migliore materia prima: il frutto del caffè, che deriva dall’arbusto sempreverde delle RUBIACEE genere COFFEA. Le varietà più utilizzate sono ARABICA e ROBUSTA.

Non si può chiamare espresso un caffè eseguito con un'unica varietà di caffè. L'espresso è l'arte del pittore di miscelare i colori, è una sinfonia eseguita dai tanti elementi di una orchestra. Segafredo Zanetti seleziona le migliori varietà di Arabica e Robusta, a provenienza unica e strettamente controllata, e le miscela in un continuo sforzo volto ad ottenere il migliore prodotto possibile."

Il macinadosatore

Un passaggio di qualità importante.

E’ il primo strumento di trasformazione del prodotto a disposizione del barman: dai grani alla polvere. La sua importanza è essenziale per ottenere una buona tazza di caffè espresso.

Le macine non hanno lunga durata ed è consigliabile la loro sostituzione dopo la macinatura di circa 350/400kg di caffè per quelle piatte e di 600/800kg per quelle coniche.

Mostrare al consumatore una campana trasparente e ben pulita, che sottolinei la qualità della miscela del caffè, è indice di grande professionalità del barman: la pulizia periodica della campana e del dosatore è un'operazione di routine obbligatoria.

La macchina

Il punto di incontro tra la tecnica e la cultura del caffè.

La macchina per caffè è il secondo strumento di trasformazione del prodotto a disposizione del barman: dalla polvere al liquido. L’ingegneria italiana ha ideato diversi tipi di macchine per caffè espresso, ma la cultura del bar resta legata alla macchina tradizionale.

Il dosaggio del caffè è deciso dall'operatore, che per ottenere una tazzina di espresso deve usare 7 grammi di polvere.

La mano

L’impronta professionale del barman.

L’impronta del barman è uno dei più rilevanti fattori di qualità nella preparazione del perfetto espresso
Per questo è fondamentale la padronanza delle norme che fanno parte della professionalità: prima fra tutte la pulizia giornaliera di tutte le attrezzature.

5 regole d'oro

1. la macchina da caffè non andrebbe mai spenta

2. pulire ogni giorno il filtro istallato nella doccetta della macchina per caffè

3. tenere sempre sotto controllo i valori dei manometri della macchina da caffè (pompa: 9 atmosfere; pressione in caldaia: da 0,8 a 1,4 bar)

4. prima di ogni caffè togliere dal filtro l'eventuale residuo della polvere usata per il caffè precedente

5. pulire ogni settimana i residui di sale dal depuratore, che va sostituito ogni due anni

La mission

La passione per l’espresso arriva lontano.

La Mission Segafredo Zanetti è diffondere in tutto il mondo il gusto, la cultura e la preparazione del vero Espresso italiano.

La Mission permea dei suoi valori tutte le "M" precedenti e le integra in un unico, esclusivo, Sistema di Qualità, garantito da una rete di 47 depositi e 400 agenti che copre capillarmente tutto il territorio italiano, con un presidio continuo e personalizzato dei clienti.