Cart empty 0
English (United Kingdom)

Know your coffee: Arabica e Robusta

Il caffè è un gesto quotidiano, spesso fondamentale per iniziare la giornata o per concedersi una pausa. Un gesto che è talmente parte della nostra routine che non sempre ci fermiamo per chiederci cosa si trova nella nostra tazzina.

Per esempio, ci siamo mai chiesti da quali varietà di pianta nascono le miscele che amiamo gustare a casa e al bar?

Coffea Arabica e Robusta

Le piante della famiglia della Coffea sono più di cento, ma sono soltanto due quelle utilizzati: l’arabica e la robusta.
Coffea Arabica
e Coffea Robusta sono le varietà più diffuse della pianta del caffè.

La qualità Arabica ha origine nel territorio Africano, precisamente nell’area montuosa dell’Etiopia. La pianta di Coffea Arabica venne coltivata la prima volta nell’odierno Yemen.
Questa pianta è coltivata a un’altezza che varia tra i 900 e i 1200 metri, prospera in maniera particolare in America Centrale e Sudamerica, ma anche nelle coste orientali dell’Africa.

La Coffea Canephora, comunemente conosciuta come Robusta, fu scoperta nel XVIII secolo in Congo. Questa pianta è coltivata in piano sotto i 500 metri ed è caratterizzata dall’adattabilità e dalla tolleranza agli sbalzi di temperatura.
La Coffea Robusta è coltivata in particolare in Africa, India, Indonesia e Vietnam.

E quindi, quale miscela scegliere?

Oltre al gusto, che varia a seconda delle percentuali di Arabica e Robusta inserite nelle diverse miscele, è bene ricordare che queste due piante contengono differenti livelli di caffeina.
Dopo la tostatura i frutti della Coffea Arabica si presentano come chicchi piuttosto allungati, contenenti una minore concentrazione di caffeina.Nella qualità Robusta invece, la concentrazione di caffeina raggiunge anche il doppio della “concorrente” arabica.

Continua a seguirci sul nostro blog e sui nostri canali social per scoprire tante altre curiosità legate al vastissimo mondo del caffè e per scoprire tutti i prodotti con i quali goderti un ottimo #SegafredoMoment!